Vivere zero waste, cioè a produzione di rifiuti personali pari a zero, non solo è possibile, ma dovrebbe essere la norma! Riciclare non basta, se veramente vogliamo vivere in maniera più naturale e sostenibile il modo migliore è cambiare subito le nostre abitudini e i piccoli gesti quotidiani. Magari abbiamo iniziato a essere più attenti a cosa mangiamo (biologico e naturale), ora possiamo guardare anche dal punto di vista dell’ambiente, che miglioramenti possiamo apportare al nostro stile di vita.

E’ possibile vivere zero waste in città?

Se anche non si raggiunge lo zero waste, qualsiasi risparmio in rifiuti sarà un successo e una buona notizia per il nostro pianeta! Iniziare a essere più consapevoli su cosa comprare ci aiuterà a raggiungere la cifra zero. Con le nostre scelte da consumatore possiamo influenzare l’offerta del mercato e cercare di arrivare il prima possibile alla vendita di più prodotti sfusi (e naturali).Zero rifiuti zero waste - vivere in modo ecosostenibile significa riutilizzare il più possibile.

10 cose da sostituire tutti i giorni (in particolare delle cose usa e getta)

  1. Bustine di té.
    Scegliete di comprare té sfuso o meglio ancora preparatevi voi tisane e detox partendo da ingredienti freschi o secchi come lo zenzero o la menta che potete facilmente far crescere anche in balcone in vaso. Spesso le classiche confezioni di té hanno le bustine non compostabili al 100% ma contenenti al loro interno una minima percentuale di plastica; inoltre il loro packaging è composto sia da cartone sia da plastica. Ovviamente la soddisfazione e il gusto di una tisana fatta da voi a km zero è nettamente superiore ad un qualsiasi té industriale.
  2. Fazzoletti da naso in tessuto.
    Sicuramente molti di noi li hanno già in qualche cassetto da tempi immemori. Per chi ama il fai da te può crearli autonomamente, è un lavoretto super easy. Ma sono anche facilmente reperibili, ce ne sono di molto carini e artigianali in vendita. I normali fazzoletti di carta finiscono per seccare e screpolare la pelle intorno al naso, e già solo per questo gli alternativi in tessuto sono migliori in quanto più soffici e delicati per la nostra pelle. Inoltre i fazzoletti in carta, non riciclata e sbiancata, vengono venduti anche loro in confezioni di plastica.
  3. Per le donne, coppetta o assorbenti lavabili sono the way to go!
    Nel post Eco mestruazioni spieghiamo le alternative ai prodotti usa e getta e i suoi innumerevoli benefici per la salute del corpo e dell’ambiente.
  4. Rullino acchiappapelo.
    Avendo cani e gatti abbiamo sperimentato le varie opzioni per rimuovere i peli da vestiti e divani. La migliore è decisamente l’acchiappapelo di feltro. Dura una vita, a differenza dei classici rullini adesivi, e si utilizza nello stesso identico modo.
  5. Shampoo.
    Per il bene dei vostri capelli il meglio sono i prodotti naturali senza aggiunta di sostanze chimiche, ma comprare uno shampoo naturale in questo caso non è sufficiente se il contenitore è in plastica. Per ovviare a questo problema potete optare per un sapone solido e naturale come il sapone di aleppo.
    Nel post Tutto sui capelli (10+ rimedi naturali) rimedi naturali supereasy ed efficaci per tutti i tipi di capelli.
  6. Comprate le birre in bottiglia e non in lattina.
    In molte città italiane, i supermercati stanno cominciando a ritirare bottiglie di vino e birra in cambio di buoni spesa corrisondenti al valore del contenitore reso. E’ poi in fase di sperimentazione l’iniziativa VAR, vuoto a rendere, per cui i cittadini possono consegnare agli esercenti aderenti (bar, ristoranti) i vuoti in vetro in cambio di coupon o soldi.
  7. Cambiate lettiera del gatto, usatene una compostabile!
    E non comprate giochi inutili al cane, sarà felice uguale con un giochino fai da te (per esempio utilizzando vecchie magliette, in questo video un veloce tutorial) o un giochino riciclato, dateli un pupazzino o un bastoncino e sarà contentissimo.
    zero waste e zero rifiuti - meglio un bastoncino che un giochino di plastica
  8. Per i bambini, se volete un’alternativa ai pannolini tradizionali contenenti plastiche, potete optare sia per pannolini naturali e compostabili (che hanno comunque un pò di packaging) sia per i pannolini lavabili.
  9. Dentifricio.
    Evitare i dentifrici con i microgranuli in plastica e scegliere quelli naturali e senza fluoro è la soluzione più immediata e comoda. In realtà potete benissimo farvi il dentifricio in casa! Dall’argilla verde ventilata alla curcuma, nel post Dentifricio, 5 alternative naturali i nostri consigli e indicazioni su come farli.
  10. Crema antirughe.
    Si sa che tutte le creme antirughe, anche le migliori, hanno solo un effetto lifting temporaneo e non aiutano a combattere il problema alla radice. Per una soluzione zero waste e che duri nel tempo provate la ginnastica facciale, in questo modo lavorerete sui muscoli del viso e decoltè, in modo da renderli tonici. Se pensate di non aver tempo da dedicare alla ginnastica facciale guardate questo video con esercizi facili ed efficaci, da fare in macchina.

Tips & idee

✔ Compra in grandi quantità e dividi le cose in vasetti più piccoli. Incrementi il riutilizzo di contenitori che hai già, rispetto a quando compravi le monodosi, es. frutta secca, pasta, erbe aromatiche.

✔ Cerca nella tua città quali negozi vendono prodotti sfusi.

✔ Portati sempre da casa le tue sportine (meglio se in tela).

✔ Se pranzi fuori per lavoro e dove mangi usano le posate in plastica portati le tue da casa! Sarà un piccolo gesto ma pensa a quanta plastica avrai risparmiato in un anno di pausa pranzo. Ricicla il più possibile.

✔ Se hai dei vasetti di vetro in casa dai loro una nuova vita, usali per contenere per esempio qualche noce sgusciata da portare con te per uno spuntino.

✔ Usa tappetini da yoga in materiali totalmente riciclabili, es. in sughero.

✔ Scegli spazzolini da denti in bambù piuttosto che in plastica.

Zero rifiuti zero waste - spazzolini in bambù
Spazzolini da denti in bambù

Lo zero waste è uno stile di vita che tutti piano piano dovremo adottare. Cominciamo quindi con le piccole cose e impariamo a riciclare, riusare e a fare un pò di attenzione ai nostri acquisti.


Img credits: Yogispirit_au, Tipiah.mx, Mariam Ben-Arab, Jennifer McBrien.