La tradizione millenaria dello yoga, tra le altre cose, parla di Mudra, cioè gesti e simboli da praticare con le mani, per donare sollievo al corpo e alla mente, ridurre i sintomi di stanchezza ed aumentare la forza di volontà.

Abbiamo spiegato come preparasi alla pratica, la respirazione ed i tempi da dedicarci nel post introduttivo Mudra, yoga delle mani: respirazione e pratica.
I primi 3 mudra, usi e significati li abbiamo raccolti nell’articolo Mudra, yoga delle mani: Matangi, Shankh, Durga.
In questa lezione ci dedicheremo a Padma, Garuda, Apan.

1. Come praticare Padma Mudra?

Indicato per innalzarsi spiritualmente e per abbandonare tristezze e stress

POSIZIONE Avvicinate le mani alla base dei polsi mantenendo i mignoli e pollici opposti uniti, lasciate le altre dita aperte in modo da disegnare un fiore.

Padma Mudra significa loto, il fiore che nasce dal fango e cresce verso la luce: rappresenta la purezza della nostra vera natura e la possibilità di emergere dalle tenebre dell’oscurità, per risplendere in essa.

USI Questo Mudra regala la possibilità di curare le nostre ferite più profonde e antiche, apre alla via della spiritualità, allevia stati di stanchezza, stress, incomprensioni e solitudine e porta l’energia del cuore nei chakra più alti.

PLUS Potete creare un vostro mantra o utilizzare questo: “L’amore che è dentro di me si espande e trasforma la mia vita”.

Mudra Padma Garuda Apan
Padma Mudra

2. Come praticare Garuda Mudra?

Energizzante e stimolante. Utile per bilanciare le energie del corpo e rinvigorire l’organismo

POSIZIONE Con le mani rivolte verso di voi, incrociate i pollici e stendete i palmi delle mani, all’altezza del chakra del cuore Anahata.

USI Un gesto di coltivazione della libertà, particolarmente utile quando si avverte un senso di costrizione e ci si sente bloccati in una certa situazione.

PLUS Nella mitologia induista Garuda (“Aquila”) è il leggendario uccello semiumano, veicolo di Vishnu. Potete associare il Mudra alla visualizzazione di un’aquila che vola libera in ogni direzione e se volete abbinare il movimento delle mani, muovete le dita immaginando le ali dell’uccello che si aprono per andare sempre più in alto verso il cielo senza limiti ne confini.
Potete ripetere mentalmente o ad alta voce: ”Porto la mia energia verso l’alto”.

Mudra Padma Garuda Apan
Garuda Mudra

3. Come praticare Apan Mudra?

Utile per la purificazione dell’organismo e in caso di intossicazione. Incrementa le visioni

POSIZIONE Unite le punte delle dita dei pollici, medi e anulari. Lasciate mignoli e indici estesi.

USI Questo Mudra ha un effetto benefico sull’umore, in quanto facilita il buon funzionamento del fegato. Dona serenità, fiducia, equilibrio interiore e armonia a chi lo pratica.
A livello mentale, invece, favorisce la capacità di sviluppare visioni, necessarie quando si osserva il presente, il futuro, o quando si tratta di rispondere alle nuove sfide e alla concretizzazione dei nostri desideri.

PLUS Se desiderate abbinare un mantra, potete ripetere: “Vedo i miei sogni e i mie desideri realizzati”.

mudra padma garuda apan
Apan Mudra

Articolo in collaborazione con Ethel Alexandra e Claudia Ponzi.