Energie e abbigliamento: situazioni, colori, materiali

E come scegliere l'outfit più adatto a ogni situazione.

Gli indumenti che indossiamo assorbono ed emanano energie allo stesso modo di persone, piante, cristalli, animali. Sicuramente avete, o avete avuto in passato, una maglia o felpa portafortuna, un vestito da indossare in occasioni speciali come appuntamenti o esami, o un certo abito che usate solo per i colloqui. Sono esempi, ma ci sono indumenti che emanano energie favorevoli e, al contrario invece, ci sono indumenti che pur essendo nuovi e perfetti su di noi, proprio non riusciamo a portarli. In entrambi i casi, potrebbero essere le energie legate a questi capi a darci questa sensazione.

In questo post analizzeremo
. Energie negli indumenti. Da situazioni
. Energie negli indumenti. Da colori
. Energie negli indumenti. Da materiali

energie colori - preferisci abiti naturali e scegli il colore in base all'energia

energie negli indumenti: SITUAZIONI

Abbigliamento del nostro armadio. Ovunque andiamo, i nostri vestiti assorbiranno l’energia dell’ambiente. Per esempio, andando ad un funerale, il capo indossato per due ore ha assimilato la pesantezza e la tristezza della situazione e anche se appare pulito, non andrebbe riposto nell’armadio, ma lavato o sciaquato con acqua.
Abbigliamento nuovo. Può capitare di percepire energie poco compatibili con un determinato capo di abbigliamento anche se nuovo, appena acquistato. Per esempio, potrebbe essere stato prodotto in una situazione di stress, potrebbe venire da una fabbrica dove i lavoratori sono sfruttati e depressi, oppure semplicemente la persona che ha confezionato il capo potrebbe aver avuto quel giorno una giornata spiacevole. Come per tutti i nuovi acquisti, l’abito nuovo va lavato, magari aggiungendo del sale in lavatrice. Ma se continuate a sentire che qualcosa proprio non va in quel abito… donatelo o liberatevene.
Abbigliamento usato. Molte persone non comprano abbigliamento usato per non indossare energie altrui. Ognuno è libero di scegliere gli abiti che vuole, abbiamo già visto che perfino indumenti nuovi sono portatori di energie.. Se vogliamo utilizzare abbigliamento altrui o di seconda mano, anche in questo caso basta seguire l’istinto. Come sempre, prima di acquistare possiamo soffermarci qualche secondo per capire che sensazioni ci da l’indumento in questione e fare poi la nostra scelta.

Per purificare vestiti nuovi e usati, lavateli solo con acqua o acqua e sale. Potete aggiungere al lavaggio classico oli essenziali come lavanda o rosmarino, dalle forti proprietà di pulizia energetica, purificanti. Tecniche come reiki, pulizia con incensi, suoni e cristalli sono altre opzioni ampiamente efficaci.

energie negli indumenti: COLORI

Siamo abituati a pensare che i colori dei capi che scegliamo sono frutto del nostro gusto. In realtà le nostre scelte e reazioni sono dettate dall’energia che questi colori emanano e da quanto siamo sensibili, in quel momento, a certe vibrazioni rispetto che ad altre. Per esempio, il colore che meno ci piace, probabilmente indica un’area della nostra vita che necessita più attenzione e healing.

I colori dell’arcobaleno, generalmente, rappresentano, dal rosso al viola, i colori relativi ai 7 chakra principali. In determinate situazioni può essere utile indossare alcuni colori rispetto ad altri per enfatizzare una caratteristica o colmare una carenza:

I toni del rosso rappresentano il primo chakra. Possiamo indossarlo per sentirci a casa, a nostro agio nelle situazioni, per rinforzare la nostra vitalità. E’ consigliato portare il rosso ai piedi per le persone freddolose (perchè riscalda) e per quelle sbadate (perchè tiene coi “piedi per terra”).

L’arancione, secondo chakra, può essere indossato come intimo o in generale, per favorire l’allegria e il rapportarsi con altre persone.

Il giallo, terzo chakra, nelle sue sfumature ocra è ideale per metabolizzare un cambiamento doloroso o un lutto. I gialli più vivaci invece donano gioia e ottimismo.

Il rosa insieme al verde sono i colori del quarto chakra e rappresentano l’amore! Amarli e indossarli significa che siamo pronte a ricevere e donare amore incondizianatamente.

Azzurro e turchese vengono utilizzati da secoli da attori e cantanti, in sciarpe e indumenti, per trattare la gola, la voce o, in generale, per favorire la comunicazione. Indossateli se avete una presentazione di lavoro o dovete parlare in pubblico.

Il blu aiuta la comunicazione. Sia che si tratti di comunicare con altre persone che ascoltare le proprie sensazioni ed emozioni. Il blu è utile quando si ha bisogno di calma, distacco, solitudine, riposo, o aiuto nell’assimilare nuove informazioni.

Indaco e violetto sono colori del sesto chakra e facilitano l’apertura del terzo occhio. Chi li preferisce è probabilmente una persona molto spirituale, in alcuni casi eccentrica e spesso con la testa tra le nuvole. E’ consigliato alle persone rigide, scettiche e ansiose perchè è un colore rilassante.

Il viola, ultimo chakra, incoraggia il fluire dell’immaginazione e delle idee, fino a stimolare la fantasia e il sogno ad occhi aperti. Il viola è formato da indaco e rosso, quindi oltre ad aiutare nelle percezioni psichiche (indaco) aiuta a rimanere con i piedi per terra (rosso). Indossare il viola aiuta a calmare l’iperattivitá, rimuovere gli ostacoli, favorire l’immaginazione.

Bianco, nero e grigio sono colori sempre attuali e facili da indossare. Non hanno un riscontro tra i chakra ma esprimono caratteristiche non indifferenti.

Nero. L’abbigliamento nero spesso singifica “nota la mia presenza, ma non interferire con il mio spazio” Il nero assorbe la luce, nasconde i suoi effetti.

Bianco. Da usare quando si ha necessità di chiarezza perchè riflette ogni aspetto di luce, è un colore rivelatore. Un buon colore per nuovi inizi e per portare freschezza.

Grigio. Il grigio rappresenta la neutralità. Troppo grigio, o alcune sfumature possono suggerire mancanza di carattere e di iniziativa. Se ha una proporzione di bianco alta, prenderà le qualità dei colori vicini, al contrario se saturo di nero può risultare pesante o deprimente. Il grigio è sinonimo di efficenza, per questo è indicato negli uffici o sul posto di lavoro. Attenzione perchè può anche rappresentare mancanza di immaginazione.

Ovviamente la terapia del colore è un argomento molto vasto, che spazia dai chakra all’alimentazione alla cristalloterapia ecc. e può essere integrato in quasi tutti i campi energetici, dalla meditazione al chakra healing. In questo caso trattiamo solo il suo utilizo nella scelta dell’abbigliamento giornaliero.

In questo senso, i colori si possono classificare anche per categoria e per stagione.

colori primaverili: chiari e delicati tipo turchese, lilla, giallo, crema, sabbia… sono collegati all’elemento acqua. Portano gioia.
colori estivi: leggeri tipo marrone, rosa, salvia, giallo chiaro, color perla… sono collegati all’elemento aria. Portano spontaneità.
colori autunnali: caldi tipo mostarda, verde oliva, bordeaux… sono collegati all’elemento fuoco. Suggeriscono maturità e profondità.
colori invernali: tipo bianco, nero, viola, argento, indaco… sono collegati all’elemento terra. Portano stabilità.

energie negli indumenti: MATERIALI

Qualsiasi materiale naturale è meglio di uno sintetico. Se il materiale sarà anche coltivato in maniera biologica, tanto meglio, eviterete il contatto con pesticidi e avrete in qualche modo fatto un favore alla natura con la vostra scelta.

Materiali naturali come cotone, lana, seta e lino, se tinti naturalmente, possono essere compostati, a differenza delle microfibre. Gli indumenti in poliestere, o in mix di tessuti sintetici, perdono pelucchi quando lavati, che vanno a finire nella catena alimentare e di conseguenza nel nostro corpo. Allo stesso modo è paradossale come grandi compagnie di abbigliamento, dedicate all’outdoor utilizzino proprio materiali tossici per la natura, che possono inquinare sia noi che ciò che ci circonda quando vengono indossati, lavati ecc. Fortunatamente sempre più persone scelgono di essere più consapevoli e optano, quando possibile, per tessuti naturali coltivati in modo biologico.

Simboli dei colori nelle culture

Il rosso in Cina è usato come buona fortuna, rappresenta felicità e prosperità. Viene spesso usato dalle spose; in Sudafrica è il colore del lutto; in Russia è associato al comunismo.

In Cina, gli uomini difficilmente indossano cappelli verdi, in quanto tradizionalmente simboleggerebbe l’adulterio della propria sposa.

La tonalità del giallo zafferano, in India è considerata sacra e di buon auspicio.

Il viola in Giappone tradizionalmente veniva usato dai monaci buddisti di grado superiore; nel cristianesimo rappresenta la penitenza e viene indossato dai preti nel periodo quaresimale/pasquale.

Il bianco in Korea, Cina e generalmente in Asia, rappresenta morte, sfortuna e viene indossato ai funerali; in Perú è associato agli angeli e alla buona salute.

Il nero in Medio Oriente può rappresentare sia rinascita che morte.

Isciviti alla Newsletter per rimanere aggiornato

Consigli, news, video pillole, e tanto ancora! Stiamo preparando una NEWSLETTER piena di info esclusive!

Leggi anche

I più letti

Commenti