Una tira l’altra, le ciliegie sono ottime per dolci e marmellate, vino di frutta o zuppe dolci nordeuropee. I bacchetti, o steli sono ideali per tisane, sia calde che rinfrescanti. E i noccioli, invece di buttarli, sono perfetti per creare cuscini da usare, caldi e freddi, come rimedio naturale in caso di dolori, gonfiori, mal di stomaco e di testa, graffi e punture!

Come si usano e per cosa

CALDI
-per cervicale ed emicranie
-per rilassare la muscolatura, sbloccare nodi, coliche
-come alternativa alla borsa dell’acqua calda

Per scaldare i noccioli potete metterli sopra il termosifone, la stufa, nel forno o nel microonde fino a renderli molto caldi/bollenti.
Posizionate il cuscino sulla parte del corpo interessata per diversi minuti e rimanete rilassati.

FREDDI
-per infiammazioni
-per bruciori, scottature e febbre alta
-per alleviare morsi, punture di insetti, graffi

Per raffreddarli metterte i noccioli nel frigorifero per alcune ore o in freezer.
Posizionate il cuscino sulla parte interessata per diversi minuti e rimanete rilassati.

Come pulire i noccioli dopo aver mangiato le ciliegie

1. Bollirli qualche minuto (raccomandato ma opzionale)
2. Pulirli dagli eventuali rimasugli con una spugnetta, magari in metallo (raccomandato ma opzionale)
3. Asciugarli al sole, o in forno (essenziale)

Varianti
– Potete provare a bollire i semi aggiungendo bicarbonato ed aceto per una pulizia ancora più profonda, prima di asciugarli al sole.
– Se non potete asciugare i noccioli al sole, usate il forno a 60 gradi, mantenendo lo sportello leggermente aperto, per circa un’ora.

Candeggina, si o no?
C’è chi utilizza e suggerisce di pulire i noccioli di ciliegia con la candeggina, in quanto essa eviterebbe la formazione di muffa.
A nostro parere, mettere in ammollo i semi in candeggina, non è un passaggio essenziale. Se puliti e asciugati bene, non ci saranno problemi di muffa, anche non usando la candeggina. Inoltre se si usa la candeggina per la loro pulizia si avvertirà il suo odore ad ogni utilizzo dei noccioli.

cuscino di noccioli di ciliegie - cuscini di varie forme e misure
Cuscini in stoffa, di noccioli di ciliegia

Come creare un cuscino di noccioli di ciliegie

1. ritagliate un rettangolo abbondante di stoffa naturale (prefiribilmente in cotone o in lana in base alla stagione)
2. cucite i 2 lati lunghi e 1 corto
3. inserite i noccioli secondo le quantità che preferite, ricordando che il cuscino dovrà essere non troppo pieno ma nemmeno troppo vuoto, e cucite questo ultimo lato.

IN ALTERNATIVA potete fare dei rettangoli di stoffa con una zip in uno dei lati (corti) in modo da poter inserire e togliere i noccioli a piacimento. Lasciare un’apertura apribile è decisamente più funzionale e igienico: sarete in grado di togliere i noccioli per lavare il cuscino, e reinserirli successivamente.

ALTERNATIVA PIU’ FACILE: utilizzate un vecchio calzino grande (preferibilmente in cotone), inserite i noccioli e chiudetelo a fiocchetto.

Se volete provare le proprietá dei noccioli di ciliegie, per la cervicale, o altro ma non ne avete abbastanza per poterlo realizzare da soli, potete trovare sia i noccioli sfusi in erboristeria, che i sacchetti/cuscini di ciliegie già pronti all’uso.


img credits: WarmMakers, mikrokosmos_marzeny