0,00 EUR

Nessun prodotto nel carrello.

0,00 EUR

Nessun prodotto nel carrello.

Candele? Siiii (ma eco)!

Candele, candele… A chi non piacciono? Uno degli articoli da sempre più acquistati, regalati, collezionati e c’è un perché.

La fiamma di una candela, la piccola luce che emana, dà un senso di calore, riscalda le atmosfere, di casa e non solo. 

E se le candele nascono con uno scopo ben preciso che è quello di donare luce quando la corrente elettrica non c’era, sono divenute, ad oggi, un vero e proprio oggetto d’arredo e decorativo immancabile in casa, sia come “luce che scalda i cuori”, sia come profumatore d’ambienti, se create con profumazione.

Accendere una candela è, spesso, un piccolo rituale che regaliamo a noi stessi, una specie di coccola di calore e luce. Ricordiamo che, fin da tradizioni antichissime, la fiamma che dona luce è simbolicamente intesa come utile a scacciare le tenebre, le negatività, ciò che è buio e cupo in generale, e quindi protettiva.

Tutti noi abbiamo visto come le candele vengano ormai utilizzate in mille occasioni diverse: dal semplice gesto di accenderle in casa durante una serata speciale, una cena o, perché no, anche solo per riscaldarci il cuore in una fredda notte d’inverno, fino ad arrivare a mille varietà di idee di ogni tipo che vedono il loro utilizzo sempre raffinato, di gusto, avvolgente ed apprezzato da tutti (matrimoni, decorazione di esterni, giardini, terrazzi, alberi di natale, centrotavola, soprammobili speciali, decorazione di tavole imbandite, torte di compleanno, vialetti, scritte luminose composte da tante fiamme… ).

Ma… attenzione: le candele non sono tutte uguali.

Candele sintetiche  

La maggior parte delle candele che si trovano in commercio sono realizzate su base sintetica, quindi composte da paraffina e stearina, sostanze chimiche dei derivati del petrolio che, bruciando, possono emettere nell’aria una piccola quantità di piombo. Queste sostanze potenzialmente possono dare problemi respiratori o creare fastidio. 

Stessa cosa si può dire riguardo alle profumazioni utilizzate per le candele industrialmente prodotte: anch’esse possono essere spesso tossiche e fastidiose per nasi particolarmente fini o delicati. 

Questi ingredienti sono pertanto dannosi per noi, per l’ambiente e possono creare fastidio anche nei nostri amici animali.

Candele naturali

Il nostro consiglio è quello di acquistare candele create con prodotti naturali e vegetali come, ad esempio, la cera d’api (di colorazione gialla) o la cera di soia (di colorazione bianca, e sicuramente più apprezzata anche dai vegani).

La CERA di soia in scaglie si ottiene proprio dall’estrazione dell’olio del fagiolo della soia, estrazione che avviene in maniera completamente sostenibile e non inquinante. 

La cera di soia è completamente vegetale, atossica e del tutto biodegradabile. 

Questa cera è inoltre molto più durevole come tempistiche di bruciatura e, appunto, non emette tossicità una volta accesa.

Ovviamente anche l’indispensabile STOPPINO dovrà essere rispettoso della natura!

Nelle candele di tipo vegetale, si troveranno quindi stoppini rigorosamente in cotone naturale (i classici bianchi, ricoperti di cera vegetale), oppure in legno (quelle specie di barrette marroni che vengono utilizzate meno frequentemente ma comunque sempre naturali e belle a vedersi).

Trattandosi quindi di candele così “speciali” e vicine alla Natura, non si potranno ovviamente utilizzare elementi chimici anche per quanto riguarda la profumazione nonché l’eventuale colorazione, le quali dovranno essere necessariamente composte da ingredienti naturali.

Per le COLORAZIONI si possono usare polveri come ad esempio la cannella o la curcuma, zafferano o zenzero, oppure sciogliendo pastelli a cera che non hanno agenti chimici al loro interno.

Per la PROFUMAZIONE la cosa migliore è utilizzare olii essenziali puri (possibilmente bio).

Anche per gli elementi di DECORO si sceglieranno ovviamente elementi naturali: fiori secchi, semi, sassolini, piccoli pezzi di corteccia, conchiglie, pietre e cristalli

E ora che conoscete un po’ meglio le candele, e di cosa si compongono, quale sceglierete per il vostro prossimo acquisto, tra candele industriali e candele vegetali? Noi siamo quasi certi della risposta…

Let's stay in touch

Isciviti alla Newsletter
per rimanere aggiornato

Consigli, news, video pillole, e tanto ancora! Stiamo preparando una NEWSLETTER piena di info esclusive!

Leggi anche