Un nuovo e unico metodo di autoterapia che agisce sul campo elettromagnetico dell’organismo e restituisce equilibrio al corpo interno. B.S.M., Interdipendenza Bioemanativa con il Cervello, (letteralmente Bioemanacyjne Sprzężenie z Mózgiem) è un trattamento di rapida efficacia, facile applicazione e assenza di effetti collaterali.

Il metodo consiste nel posizionare uno o due palmi delle mani, per un certo periodo di tempo, sui centri della corteccia celebrale, comunicanti con le parti ammalate del corpo. La radiazione inviata dalle mani stimola i centri, e iniziano i processi di guarigione.

D’altronde l’attività di posizionare “mani in testa o corpo” per alleviare dolori e curare malattie è conosciuta da secoli, così come la conoscenza delle bioenergie curative, che veniva utilizzata nell’antico Egitto e dagli indiani d’America. Il Reiki, praticato in Giappone (e non solo), è un altro metodo che sfrutta e utilizza l’energia cosmica per benefici fisici e spirituali, tramite l’impostazione delle mani. Una delle differenze sostanziali con il Reiki, oltre alle posizioni, è il fatto che il B.S.M. non necessita nessun tipo di attivazione da parte di un master.

Il metodo B.S.M. è stato scoperto in Polonia da Eugeniusz Uchnast negli anni ’70, diffuso successivamente in tutto il mondo da Piotr Lewandowski.

Considerazioni di afterKa | testimonianze dirette

Noi siamo particolarmente legate al B.S.M., è una pratica che conosciamo e pratichiamo da oltre 20 anni dopo aver frequentato i primi corsi a riguardo ed aver sperimentato su noi stesse ed altri i suoi incredibili benefici. Riportiamo le nostre testimonianze dirette accumulate nel corso di questi anni:
-in caso di emicranie o disturbi allo stomaco causati da indigestione o da leggero avvelenamento da cibo, 1 trattamento di 20 minuti porta immediato sollievo.
-in presenza di pressione alta, stati d’ansia e panico, 1 trattamento riporta la calma mentale e riequilibria la pressione.
-con febbre alta, 20 minuti possono far scendere la febbre nell’arco di poche ore.
-in caso di influenza, in 2 giorni e 8 trattamenti svolti, abbiamo riscontrato la totale guarigione.
-una miopia (-2,25 gradi) è stata completamente guarita in 3 mesi con 3 trattamenti giornalieri.
-infiammazioni e rossori agli occhi sono stati risolti in 3 applicazioni.
-non abbiamo riscontrato nessun effetto collaterale.
-l’efficacia è strettamente legata alla corretta posizione e al suo mantenimento per tutto il tempo della pratica.
-in caso di assunzione di medicinali (es. antinfiammatori, antidolorifici), non abbiamo riscontrato effetti positivi del trattamento.
-secondo la nostra opinione, la posizione V è la più completa e adatta per la stragrande maggioranza dei sintomi.

In generale la pratica del B.S.M. è utile per alleviare classici disturbi quotidiani, per i quali, spesso e inultimente, ricorriamo ai farmaci, ma è anche è un valido metodo di medicina alternativa per contrastare malattie più o meno serie.

B.S.M.,  la pratica

1. Si comincia togliendo dal corpo tutti gli oggetti di metallo, come anelli, piercing, collane.
2. Posizioniamo ora i palmi, secondo la posizione scelta. Il palmo della mano deve aderire alla testa. Le dita devono essere distese e congiunte (ad eccezione del pollice) e anch’esse devono aderire al cranio per tutta la superficie (di seguito, come posizionare correttamente le mani). La posizione deve essere eseguita con scioltezza e senza sforzi. Non è necessario ne premere ne tantomeno muovere le dita.
3. Generalmente è consigliato eseguire le posizioni stando stesi e controllare regolarmente se stiamo mantenendo la posizione esatta.
4. L’aspetto psicologico non ha ruolo nella cura, durante la pratica puoi leggere un libro, ascoltare musica, ecc., anche se è sempre meglio dedicare questi 20 minuti alla tranquillità mentale.

In generale:

  • Ogni trattamento dura dai 15-20 minuti in su e va ripetuto 2-4 volte al giorno fino alla completa guarigione.
  • Le prime reazioni cominciano a sentirsi generalmente dopo 5-7 minuti.
  • Le reazioni terapeutiche agiscono nell’organismo fino a 3-4 ore.
  • Ripetere con costanza e prolungare i minuti dei trattamenti B.S.M. velocizza l’obiettivo curativo.
  • Se mantenere la posizione per il tempo necessario è faticoso, sarà d’aiuto appoggiare dei cuscini sotto le braccia.
  • La metà sinistra del cervello comunica con la parte destra del corpo (e la parte destra del cervello con la parte sinistra del corpo), per cui i trattamenti si eseguono sulla metà del cranio opposta alla parte del corpo da curare.
  • B.S.M. agisce in presenza di parti dell’organismo malate. Se, però viene applicato profilitticamente, diminuisce la probabilità di contrarre virus, batteri e in generale di ammalarsi.
  • Il metodo si può applicare su se stessi, su altre persone, su bambini e animali.
  • Durante la gravidanza è indicato interrompere la pratica.
  • Come in tutte le terapie di medicina alternativa, è controindicato assumere farmaci, alcool e caffè.

Le posizioni B.S.M.

Esistono 8 posizioni, ognuna delle quali collegata a organi e disturbi specifici (li elenchiamo più avanti nel corso dell’articolo). Questo significa che in base alla necessità, durante il trattamento, verrà selezionata ed utilizzata la posizione necessiaria in quel momento; è importante notare che la precisione della posizione sarà fondamentale per il corretto svolgimento della terapia (è tollerato uno scostamento di 0,5 cm).

Palmi della mano. Per individuare il punto esatto in cui posizionare il palmo, è necessario designare il cd. culmine sensoriale: si identifica il nasion (tra le sopracciglia) e inion (ultima protuberanza del cranio percettibile sulla nuca) (come in foto), con un centimetro da sarti si misura la distanza, si identifica la metà esatta, si aggiungono 3 cm verso inion, quindi verso la nuca. Questo punto è definito il culmine sensoriale, il punto di riferimento per tutte le 8 posizioni.

Posizione I: la scelta della mano è indifferente. Disponi la mano sul cranio in modo che il centro del palmo coincida con il culmine sensoriale del cranio. Il pollice è scostato, le altre dita sono unite e aderiscono al cranio.
Si curano malattie del cuore, vasi coronari, sistema circolatorio, sistema nervoso.

autoguarigione mani BSM
Posizione I

Posizione II: usa la mano opposta all’organo da curare. Rispetto alla posizione I, sposta il palmo di 1,5-2 cm verso l’orecchio che si trova dalla stessa parte della mano.
Si curano malattie della cute, muscoli, scheletro (no mani).

autoguarigione mani BSM
Posizione II

Posizione III: usa la mano opposta all’organo da curare. Rispetto alla posizione I, sposta il palmo di 3 cm verso l’orecchio che si trova dalla stessa parte della mano, e disponilo leggermente di sbieco.
Si curano i disturbi legati alle mani.

autoguarigione mani BSM
Posizione III

Posizione IV: usa la mano opposta all’organo da curare. Il dito medio poggia sul culmine sensoriale in modo che il palmo della mano si trovi di 1,5 cm al di sopra del padiglione auricolare. Poni il palmo di sbieco in modo da oltrepassare la linea auricolare.
Si curano organi interni nell’ambito di una parte della testa, gola, polmoni e cavità addominale.

autoguarigione mani BSM
Posizione IV

Posizione V: Le dita medie di entrambe le mani posano sul culmine sensoriale toccandosi leggermente. In base a mani più o meno grandi, è normale che le basi poggino sulle orecchie.
Si curano organi interni delle cavità addominali, polmoni, testa, gola.
La posizione V si può considerare la più universale, secondo la nostra opinione.

autoguarigione mani BSM
Posizione V

Posizione VI: poni la mano destra sulla parte destra del cranio (l’altra parte è meno efficace). Con il dito medio cerca il solco longitudinale dopo la fontanella grande (vedi descrizione figure iniziali). Il dito medie va posto lungo il solco.
Si cura l’insonnia.

autoguarigione mani BSM
Posizione VI

Posizione VII: Posiziona il palmo destro in posizione VI, sposta i polpastrelli delle dita unite di 1,5 cm verso la fronte. Il palmo non viene spostato ma leggermente contorto.
Si cura il raffreddore.

autoguarigione mani BSM
Posizione VII

Posizione VIII: Usa il palmo opposto rispetto alla parte da curare. Con il pollice non aderente, cerca l’ultimo ingrossamento del cranio sopra la nuca e avvicina ad esse le altre dita unite e il palmo.
Si curano malattie dell’occhio come astigmatismo, strabismo, malattie della retina.

autoguarigione mani BSM
Posizione VIII

Il metodo BSM agisce su malattie, parti danneggiate del corpo, organi interni e intero organismo

Le 8 posizioni curano malattie e disturbi più o meno gravi:

Posizione I: influenza, insonnia dovuta a stress, nevrosi e perdita equilibrio psichico, pressione alta e bassa, cuore: attacchi, malattie, cura profilattica; epilessie, svenimenti, autismo (I + V).
Posizione II: rafforzamento capelli, mal di schiena, ustioni, colonna vertebrale, contusioni, reumatismi, emorroidi (II+IV), ferite generali (lasciarle scoperte durante la pratica), parkinson, dolori causati da morsi di insetti, lesioni celebrali, orecchie: dolori infiammazioni, ronzii; frattura delle ossa, sclerosi delle vene, spasmi, temperatura alta senza motivo, tremori, vene varicose.
Posizione III: mani: reumatismi, artriti, ferite, dolori, fratture, paralisi, tremori, ustioni.
Posizione IV: gengive: infiammazioni, infezioni, lesioni; dolori alla gola; congiuntiviti e stati infettivi dei globi oculari.
Posizione V: allergie, anemie, asma, circolazione, diabete, disturbi ormonali, dolori addominali, influenza, fegato, stati infiammatori, ulcere, tonsilliti, dolori alla gola, stati infiammatori all’intestino, miopia, mal di denti, cattivo metabolismo, problemi di memoria, problemi alle ovaie, cisti, prostata, tosse e catarro, stati infiammatori ai reni (non praticare il metodo in presenza di calcoli o sabbia o altri corpi estranei), sclerosi multipla, disturbi ai seni, stomaco: ulcere, indigestioni e intossicazioni; tiroide, infiammazioni alle tonsille, tosse, vermi.
Posizione VI: insonnia cronica.
Posizione VII: raffreddori e temperatura alta. La posizone può causare sudori e forte aumento di calore.
Posizione VIII: emicranie causate da malattie del nervo ottico, strabismi, malattie della retina, astigmatismo, problemi all’acutezza visuale.

Tra i vari metodi di autoguarigione conosciuti, il metodo B.S.M. è tra i più accessibili e semplici da praticare con risultati veramente veloci ed efficaci. Come nel caso del digiuno o dell’urinoterapia, non sono necessari strumenti o energie particolari (ciascun uomo emette energia tale da indurre reazioni terapeutiche), tantomeno stati mentali mirati, in quanto i processi di guarigione del metodo B.S.M. sono processi biofisici che avvengono indipendentemente dall’utilizzo della nostra volontà.

Fateci sapere cosa ne pensate e se conoscete questo metodo o le similitudini e differenze che avete trovato con le pratiche di autoguarigione che conoscete. E soprattutto il vostro feedback se sperimentate il metodo BSM.


Credits:
Autoterapia con il metodo B.S.M.” – Piotr Lewandowski (è disponibile la versione in italiano, scegliere “włoski”);
“Autoterapia con il B.S.M. – interdipendenza bioemanativa con il cervello” – Eugeniusz Uchnast