5 alternative alla carta igienica

Forse vi starete chiedendo se sono impazzita o parlo sul serio.
Ma una cosa così ovvia e “indispensabile” come la carta igienica è in realtà un lusso (o uno spreco) che a livello industriale è nato solo un centinaio di anni fa, in America.
Oltre ad abbattere gli alberi, che sono fondamentali per la nostra vita sulla terra, la carta viene poi nella maggioranza dei casi sbiancata e trattata con prodotti inquinanti, che finiscono nei nostri mari e nelle nostre acque. Per non parlare del packaging in plastica, della produzione e del trasporto della stessa. Tutto a discapito della natura e del nostro portafogli.

Le alternative di oggi e di ieri

1. Acqua

voto ValeKa: 3/3 stelline
Dal doccino da usare direttamente sul water degli asiatici, al bidet in Europa (specialmente in Italia), l’acqua è sicuramente il sistema migliore.
Come consigliano di lavare direttamente con l’acqua i neonati per non irritare la loro pelle con la carta, così possiamo fare per noi stessi. Il metodo di usare carta e acqua è un pò uno spreco. Inizialmente può sembrare un grande step eliminare la carta, ma dove possibile cerchiamo di limitarne l’uso.
Ad ogni modo, sia per i curiosi a sperimentare che per gli scettici, una cosa è sicura, con la carta non vi sporcherete le mani, ma con l’acqua sarete indubbiamente piú puliti e freschi.
Il doccino degli asiatici è molto pratico in quanto potrete lavarvi con un getto d’acqua direttamente sul water. Questo sistema è ancora più pratico del bidet, non necessita di alzarsi e il getto è direzionabile direttamente dove necessario.
Se non avete un bidet e non avete un doccino ma l’idea vi piace, la soluzione è riempire una bottiglietta d’acqua, prendere un aciugamanino e tenerli vicino al water per usarli all’occorrenza.

alternative carta igienica - acqua. Quali sono le altre alternative?
wc con bidet asiatico

Acqua e carta igienica a confronto

  • L’acqua è più igienica, elimina tutti i residui di urina e feci
  • L’acqua è più delicata per chi ha la pelle sensibile
  • L’acqua limita il rischio di infezioni, per questo viene consigliata rispetto alla carta igienica in momenti delicati come post parto, durante il ciclo e per i neonati
  • Con l’acqua non si inquina e si risparmia

2. Carta igienica lavabile – rettangoli di stoffa

voto ValeKa: 2/3 stellina
Carta igienica lavabile in stoffa colorata mome sweet momeProbabilmente le nostre bisnonne utilizzavano questo metodo. E’ sicuramente fattibile, ma richiede maggiore impegno. Dopo l’utilizzo si possono riporre piegati a metá da una parte, per essere lavati ogni sera, alcuni preparano due mucchietti separati (quello per le feci e quello per solo l’urina). Per lavare sarebbe bene usare sempre solo prodotti naturali, in questo caso in particolar modo. Nel complesso, l’opzione è considerabile ma not as easy.
La carta igienica della foto la trovi qui.

3. Foglie di pannocchia

voto ValeKa: 1/3 stellina
alternative carta igienica - foglie di pannocchia. Quali sono le altre alternative?Se siete in campagna o campeggio e usate un bagno all’aperto, questa soluzione non è per niente male. Le foglie sono grandi abbastanza, resistenti e assorbenti. La foglia è ovviamente organica, quindi gettata in terra non farà che nutrirla.
Nel contesto giusto è quindi una scelta più che valida. Ma data la stagionalità e reperibilità del prodotto, non è la soluzione piú semplice per tutti i giorni in città.

4. Muschio

voto ValeKa: 1/3 stellina
carta igienica 4 alternative - muschio. Quali sono le altre alternative?C’è chi fa anche questo. Vi segnalo il metodo anche se io personalmente come bagno uso un compost toilet (leggi qui) (e la carta igienica non la uso proprio) ma il muschio lo trovo proprio impossibile..
Sicuramente è soffice, ma pur vivendo in campagna, l’idea di andare in giro a cercar muschio sembra troppo anche a me. Se proprio dovessi scegliere preferirei una qualsiasi foglia grande (ortica esclusa hehe).

5. Carta igienica riciclata, a basso impatto ambientale

voto ValeKa: 3/3 stellina
carta igienica 4 alternative - carta riciclata. Quali sono le altre alternative?La carta igienica di Who Gives a Crap è totalmente carta riciclata (o bambú); il packaging è di carta, non di plastica come le confezioni industriali classiche. Quindi l’impatto ambientale è decisamente zero. Esteticamente è molto carina, purtoppo al momento viene spedita solo in US, UK e Australia.

 

voto ValeKa: 3/3 stellina
In Italia, all’Esselunga, Conad, Coop, o altri grandi supermercati, invece si può trovare, ad un prezzo decisamente più accessibile, carta igienica riciclata con packaging in MaterBi. Il Materbi è una famiglia di bioplastiche biodegradabili e compostabili.


Letture consigliate:


 

Isciviti alla Newsletter
per rimanere aggiornato

Consigli, news, video pillole, e tanto ancora! Stiamo preparando una NEWSLETTER piena di info esclusive!

Leggi anche

Commenti

I più letti